Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato Stampa
Giovedì 09 Aprile 2015 14:09

La FNOMCeO ha preso atto dei recenti sviluppi dell’indagine dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato conclusa con il provvedimento sanzionatorio pubblicato sul bollettino dell’AGCM del 24 settembre 2014 inerente alle previsioni di cui agli artt. 54, 55 e 56 del Codice di Deontologia Medica approvato nel 2006.

Nel medesimo dispositivo l’AGCM ha inoltre intimato la rimozione delle condotte oggetto di contestazione, riconducibili anche negli artt. 54 e 56 del Codice di Deontologia Medica approvato nel 2014, là dove sono consentite le prestazioni di visita gratuita purché tale comportamento non rivesta una connotazione esclusivamente commerciale (art. 54) e segnatamente ad alcuni aggettivi in esso contenuti – non presenti nel dettato di legge e ritenuti d’ostacolo alla concorrenza e al divieto per il professionista di poter svolgere pubblicità comparativa delle prestazioni (art. 56).

Il provvedimento dell'AGCM è stato impugnato avanti al TAR per il Lazio.

 

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, il sito utilizza cookies, anche di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all' uso dei cookie

EU Cookie Directive Module Information